testata ADUC
Vita da cani. Cina: ultima frontiera... canina!
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Donatella Poretti
6 aprile 2017 8:59
 
 Mentre dalla Corea del Sud arrivano le buone notizie sulla chiusura dei mercati di carne di cane per consumo umano, in Cina il cane, proibito in passato come simbolo borghese, ora e’ sempre piu’ un simbolo di ricchezza.
Oggi sono circa 100 milioni i quadrupedi registrati ufficialmente alle autorita’, la maggior parte cani. Il settore animali domestici genera un giro di 15 miliardi di euro l’anno, con un incremento annuale del 20 per cento secondo stime di Yourpet Market Research Institute. 
Shanghai, da sempre la punta piu’ all’avanguardia della Cina moderna, su una popolazione di 24 milioni di abitanti ospita un milione di animali domestici, stima del China Daily del 2015. Tanto da allarmare le autorita’ che dal 2011 hanno imposto la “politica del cane unico”.
Sul quotidiano Libération un reportage fotografico di Johannes Eisele, AFP, testimonia le ”follie” e gli eccentrici abbigliamenti dei quattrozampe in Cina.
 
Pubblicato in:
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori